mordillo, fumetti, cartoon, artista grafico argentina, gastronomia, asado, ricette, cucina, pasteles, empanadas polo, sport, argentina, cavalli, maza, coronel suarez, santa ana, las tortugas treno alle nuvole, salta, jujuy, nord argentino, montagne, bolivia iguazu, cascate, argentina, brasile, unesco, mervaiglie del mondo, parchi nazionali tango, ballo, argentina, musica jujuy, argentina, valles calchaquies, purmamarca, cerro 7 colores, humahuaca chubut, patagonia, argentina, pensinsula valdes, balene, foche, elefanti marini, otarie, pinguini locro, gastronomia, argentina, cibi, ricette, cucina catamarca, argentina, nordovest, montagne

Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ Seguimi in Stumbleupon Seguimi in Instagram Seguimi in FlickR Sottoscrivi il feed

sabato 30 maggio 2015

Come eliminare i cookie di un dato dominio dai vari browser.

I cookie sono delle piccole stringhe di testo inviate dai server di un sito a un browser che ne apra una pagina per poi essere rimandati indietro dal client (browser) al server tutte le volte che c'è un nuovo accesso alla stessa pagina web.

A parte questioni di privacy che non mi competono in questo contesto, si tratta di un sistema estremamente pratico per accedere a account senza bisogno di digitare username e password tutte le volte.

Pensate a Facebook. Basta cliccare sul collegamento che avrete certamente messo nei preferiti per accedere al vostro profilo o alla vostra timeline. Questo vale anche per tutti i servizi Google associati al vostro account GMail.

L'eliminazione di tutti i cookie del browser è una operazione molto semplice che però ha come controindicazione la necessità di effettuare nuovamente l'accesso a tutti i siti di cui il browser aveva memorizzato i cookie.

Per cancellare i cookie su Chrome si va in alto a destra sulla icona dei settaggi quindi su Strumenti > Cancella dati navigazione e si mette la spunta su Elimina cookie e altri dati di siti e plugin.

Se si usa Firefox occorre cliccare su Strumenti > Cancella la cronologia recente e in Dettagli mettere la spunta anche a Cookie.


1

Politica dei cookie di questo sito in ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy.

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informa di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

A tale proposito se hai bisogno di ulteriori informazioni o se hai domande sulla politica della privacy di questo sito ti preghiamo di contattarci via email all'indirizzo:

argentinatour1981@gmail.com

In questa pagina sono descritte le modalità con cui le informazioni personali vengono ricevute e raccolte e come sono utilizzate da http://argonline.blogspot.com. 

A questo scopo si usano i cookie vale a dire dei file testuali per agevolare la navigazione dell'utente.


0

mercoledì 27 maggio 2015

A 1.300 chilometri da Buenos Aires il turismo sta facendo le prime prove.

A 1.300 chilometri da Buenos Aires, nelle regioni del Noroeste, il turismo sta facendo le prime prove ed è quasi esclusivamente alimentato da argentini, che si aggirano turbati dalle radici tribali e andine della loro nazione.

Sulla verticale del Tropico del Capricorno ci sono località come Cafayate, con la sua spettacolare quebrada scavata dalle acque, o Purmamarca, con quel Cerro de los Siete Colores che pare un’opera della pop art, dove può accadere di incontrare qualche pullman di portenos, gli abitanti della capitale, in vacanza.

Ma basta imboccare le sterrate delle antiche miniere di zolfo o seguire i binari rugginosi del tren a las nubes, che pare uscito da un western di John Ford, per incontrare le solitudini della puna, il deserto d’alta quota che si stende fra i tre e i quattromila metri. Di turisti qui ne capitano poche decine all’anno e questi spazi grandiosi e desolati continuano a essere il regno delle vigogne, strane gazzelle andine che fuggono spaventate nell’aria dell’alta quota.


0

Della Puna non si dimentica l’odore acuto: polvere rossa e cespugli spinosi e aromatici come erbe alpine.

Cosa significa la parola PUNA?

Il Nome PUNA ha un'origine indigena, probabilmente Quechua e si trova nei dizionari piu antichi dell'America Latina. Il suo arrivo nel Nord Ovest Argentina, sembra legata alla conquista Incaica.

All'interno della configurazione delle Ande Centrali, si trova una regione elevata, limitata all'occidente da una catena vulcanica e, all'oriente da una catena montagnosa.

Questa Regione coincide con l'Altopiano (Boliva/Cile/Peru) o Puna (Argentina). Si estende dal Lago Titicaca in Peru, passando per la Bolivia e terminando nel Nord Ovest Argentino.

Sebbene si tratti di una sola unità geotettonica, questo altopiano andino, possiede importnati differenze fisiche al suo interno.

0

lunedì 4 maggio 2015

Il meglio di Argentina Tour: i 10 articoli più letti nel mese di Aprile 2015.

1.- Tafí del Valle destinazione turistica ai piedi della catena montuosa dell'Aconquija.

Tafí del Valle destinazione turistica ai piedi della catena montuosa dell'Aconquija.

Tafí del Valle è una città dell'Argentina, capoluogo dell'omonimo dipartimento della provincia di Tucumán. Si trova ad un'altitudine di 2.014 metri sul livello del mare, nel centro dell'omonima valle, ai piedi della catena montuosa dell'Aconquija, a 126 km dalla capitale provinciale San Miguel de Tucumán. Il suo nome deriva dal vocabolo diaguitas Taktillakta ("Paese della Splendida Entrata").

Continua a leggere... »

2.- Pampa del Leoncito una vera e propria oasi nel deserto sanjuanino, nel cuore della Sierra del Tontal.

Pampa del Leoncito una vera e propria oasi nel deserto sanjuanino, nel cuore della Sierra del Tontal.

Il Parco Nazionale El Leoncito si trova sud-ovest della provincia di San Juan  (Argentina), nel dipartimento Calingasta. Raggiunge una superficie di 89.900 ettari. Nel cuore della Sierra del Tontal e di fronte alla valle di Calingasta-una vera e propria oasi del deserto sanjuanino- il Parco Nazionale  Leoncito è tutta una denominazione ai sensi. Pochi luoghi al mondo possono vantare un cielo

Continua a leggere... »

0

Ultimi articoli pubblicati

Recent Posts Widget

Post più popolari

Etichette

Argentina Tour in Facebook

Ultimi posts pubblicati

Archivio

Argentina Tour in Pinterest

I miei preferiti in Instagram

Donazione

Mi Ping en TotalPing.com