mordillo, fumetti, cartoon, artista grafico argentina, gastronomia, asado, ricette, cucina, pasteles, empanadas polo, sport, argentina, cavalli, maza, coronel suarez, santa ana, las tortugas treno alle nuvole, salta, jujuy, nord argentino, montagne, bolivia iguazu, cascate, argentina, brasile, unesco, mervaiglie del mondo, parchi nazionali tango, ballo, argentina, musica jujuy, argentina, valles calchaquies, purmamarca, cerro 7 colores, humahuaca chubut, patagonia, argentina, pensinsula valdes, balene, foche, elefanti marini, otarie, pinguini locro, gastronomia, argentina, cibi, ricette, cucina catamarca, argentina, nordovest, montagne

Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ Seguimi in Stumbleupon Seguimi in Instagram Seguimi in FlickR Sottoscrivi il feed

sabato 23 maggio 2009

Le cascate del fiume Iguazu sono forse quelle più frequentate e conosciute del Sud America

Le cascate di Iguazu sono cascate generate dal fiume Iguazú situato sul confine tra lo stato Brasiliano del Paraná e la provincia Argentina di Misiones.

Il sistema di cascate consiste di circa 300 cascate, con altezze fino a 70 metri, lungo 2.7 kilometri del fiume Iguazù. La Garganta del Diablo ("Gola del diavolo"), una gola a forma di U profonda 150 metri e lunga 700 metri, è la più imponente, e segna il confine tra Argentina e Brasile. 

La maggioranza delle cascate sono nel territorio Argentino, ma dal lato Brasiliano (600 metri) si ottiene una visione più panoramica della Garganta del Diablo.

Le cascate sono condivise dal Parco nazionale dell'Iguazú (Argentina) e dal Parco nazionale dell'Iguaçu (Brasile).

Questi parchi sono stati designati dall'UNESCO patrimonio dell'umanità nel 1984 e 1986 rispettivamente.

Le cascate del fiume Iguazu sono forse quelle più frequentate e conosciute del Sud America.

Il gigantesco fiume, che in questo tratto segna il confine tra il Brasile e l’Argentina, improvvisamente sprofonda in verticale per ottanta metri dentro una stretta gola, detta del diavolo, formando uno spettacolare arco di cascata largo due chilometri e mezzo.

Nessuna cartografia, immagine satellitare o realtà virtuale potrà mai sostituire la fisicità di un tale luogo, tuttavia è interessante scoprire quante informazioni geografiche vi si possono ottenere semplicemente esplorandolo attraverso globi virtuali come NASA World Wind o Google Earth.
Argentina - Cascate di Iguazu
Le informazioni disponibili in Rete sulle cascate sono prevedibilmente molto numerose. Basta una veloce ricerca su Google per scoprire che il luogo è annoverato, dal 1984, tra siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità da parte dell’UNESCO, che il particolare ecosistema ambientale sub-tropicale che circonda le cascate è ulteriormente tutelato da due parchi nazionali, uno argentino, l’altro brasiliano, e che numerose sono le infrastrutture turistico-ricettive per poter comodamente visitare questa meraviglia del mondo; le foto a corredo sono ovviamente spettacolari, meravigliose e altrettanto numerose.

Tuttavia, in questa grande quantità di informazioni, qualcosa (molto) inevitabilmente sfugge: le cascate sembrano sospese sopra un luogo senza tempo e senza spazio. Un luogo di paradiso fatto di foresta sub-tropicale, di specie endemiche uniche al mondo e di un oceano-cascata che si inabissa nel vuoto.

Per contestualizzare questa meraviglia, inserendola nel mondo contemporaneo in cui si vive, non vi è nulla di più facile, oggi, che aprire Google Earth o NASA World Wind e digitare nei rispettivi motori di ricerca: Iguazu Falls.
 
-->


Google non poteva non fornire, per un luogo tanto frequentato, un’immagine satellitare ad alta risoluzione. Ecco quindi materializzarsi dall’alto le grandi e tanto acclamate infrastrutture turistico-ricettive (foto2): alberghi extra lusso, con tanto di piscina, passerelle che corrono lungo il fiume per affacciarsi sull’abisso. È una delle molte forme del nuovo mondo globale (quello ricco), in cui ogni luogo è vicino e omologato, affinché non vi manchi nulla di quello che si lascia per visitarlo.

Gli alberghi lungo la cascata non bastano tuttavia a contestualizzare il luogo: bisogna osservarlo da più lontano e da differenti punti di vista: per questo, NASA World Wind, grazie alle sue immagini satellitari Landsat e al suo accurato DTM, non ha rivali. Osservare la cascata in 3D da World Wind (foto3) infatti fa comprendere la superiorità di questo strumento, nel rendering grafico e nella restituzione 3D, rispetto a quanto comunemente ottenibile da Google Earth.

Si scopre così, inevitabilmente quanto poco sorprendentemente, che l’area protetta intorno alle cascate non è che una piccola macchia verde in una vastità collinare profondamente trasformata dall’attività umana e costellata da centri urbani più o meno grandi.

In territorio Argentino, spunta curioso, dalla foresta, anche un gigantesco aeroporto, che prima di raggiungere, a nord, la città, costeggia la cascata e i suoi centri turistici. Anche questo un segno del nuovo mondo globale, in cui tutto è vicino a patto di poterlo raggiungere in poche ore d’aereo.

I confini del parco: in territorio brasiliano (foto4) sono evidentissimi, come evidente è il differente livello di disboscamento a sud-est lungo il confine con l’Argentina.

Ancora, si notano le numerose dighe. Curioso anche qui, osservare la copertura Landsat del 1990 e metterla in comparazione con quella del 2000 (foto5): a sud delle cascate, in territorio argentino, ecco apparire una nuova grande diga.

Queste sopra sono solo alcune delle interessanti informazioni, sulla geografia di un luogo, che si possono ottenere in Rete, attraverso l’uso dei Globi 3D. Per non rischiare di visitare o studiare un luogo, senza prima averlo osservato (e immaginato) in un contesto geografico più ampio.
fonte: Argentina Photo Gallery
Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google, Linkedin, Instagram o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!!

Nessun commento:

Posta un commento

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti al post.

Ultimi articoli pubblicati

Recent Posts Widget

Post più popolari

Etichette

Argentina Tour in Facebook

Ultimi posts pubblicati

Archivio

Argentina Tour in Pinterest

Donazione

Mi Ping en TotalPing.com